G. Pino Scaglione

La città e gli sguardi “immaginari”

Ospitiamo con interesse un racconto fotografico che nasce dallo sguardo di Luca Chistè, fotografo trentino di originale espressività, curiosità e attenzione al mondo reale che descrive con il suo “immaginario”, ovvero feconde,

Sara Zanigni: collage tra memoria e design

Sempre curiosando in Instagram, uno straordinario repertorio di immagini contemporanee, mi imbatto in alcuni espressivi e originali collage. Li realizza Sara Zanigni, giovane architetto girovaga, come tanti suoi coetanei, per le città

Il mondo delicato di Ylenia

Ylenia Petrini, vive e lavora a Firenze, è una giovane grafica che ha la passione e il talento per l’illustrazione, disciplina coltivata con interesse, come si nota dal suo percorso attuale, presso

Oderzo premia l’architettura

La giuria del Premio Architettura Città di Oderzo (PAO), giunto alla sua XVII edizione, ha reso note le dieci opere selezionate, una delle quali sarà proclamata vincitrice nel prossimo mese di aprile:

Le “comete” di HALLEY atterrano da Minini

Massimo Minini, presenta le opere di Peter Halley, uno dei più importanti pittori americani della sua generazione (gli anni Ottanta del secolo scorso).Il lavoro di Halley nasce con Jeff Koons, Haim Steinbach,

Volevo avere storia!

Una delle frasi che riecheggiano quando si parla di Lina Bo Bardi è la sua dichiarazione “Quello che volevo era avere storia!” e l’ha avuta e continua ad averla la storia questa

La casa Moderna nell’esperienza di Chicago

Modern in the Middle, Chicago Houses 1929–1975, di Susan S. Benjamin e Michelangelo Sabatino, Prefazione di Pauline Saliga The Monacelli Press, il prestigioso editore Usa, pubblica un libro splendidamente illustrato con 325

L’India come metafora

Ospitiamo una interessante riflessione di Giuseppe Morando che propone uno sguardo trasversale su un paese tanto affascinante quanto difficile, complesso, sfuggente. Una lezione per gli architetti e non solo. (1) C’è un

La grafica globale della pandemia

Archivio grafico pandemico Colpisce che una giovane grafica, appena diplomata a Londra, debba avviare la sua attività occupandosi dei segni pandemici che hanno invaso le nostre città, gli spazi di vita e